IC PASIAN

PON 2 – Realizzazione Ambienti Digitali

Print Friendly, PDF & Email

Work & Learning in Progress Classroom
Il progetto prevede l’implementazione di tecnologie innovative di ultima generazione per ripensare lo spazio fisico
dell’aula e proporre azioni didattiche più consone agli stili di apprendimento dei bambini e dei ragazzi.
Una parte del progetto è orientato alle tecnologie didattiche per bambini con gravi disabilità psicofisiche e
sensoriali frequentanti la Scuola Primaria con Particolari Finalità del nostro Istituto.
Il progetto, nel suo complesso, assumendo i principi espressi dalla Comunità Europea, tende a promuovere:
– la società dell’informazione potenziando le competenze digitali richieste dalla nuova professionalità docente
– una didattica innovativa, attiva e consapevole che maggiormente possa rispondere ai bisogni formativi degli
studenti sempre più coinvolti nelle tecnologie;
– la formazione di comunità che consenta una sempre crescente sostenibilità didattica attraverso la
collaborazione e co-produzione, l’adattamento e il riutilizzo delle produzioni didattiche degli insegnanti sfruttando
ambienti di condivisione;
– l’accesso a risorse per il superamento delle disabilità sensoriali, cognitive, motorie e della comunicazione;
– l’accesso alle risorse geografiche e linguistiche per il superamento dei confini al fine dell’inclusione sociale dei
bambini migranti;
– l’organizzazione di corsi di formazione mirati allo sviluppo di competenze nelle tecnologie didattiche;
– la creazione di un ambiente di autoformazione in presenza e online che oltre alla creazione di percorsi digitali
garantisca un archivio duraturo di risorse a cui accedere e usufruire.
Le tecnologie didattiche digitali consentono di affiancare alla didattica tradizionale lo sviluppo di metodologie di
insegnamento/apprendimento in grado di coinvolgere direttamente lo studente nella costruzione del sapere.
Un ambiente didattico strutturato e arricchito di dispositivi tecnologici ben bilanciati e integrati fra loro potrà
favorire lo sviluppo di attività didattiche collaborative in classe e fra le classi.
Molto importante sarà la riorganizzazione dello spazio classe per la creazione di gruppi di lavoro di ricerca e/o
postazioni di autoapprendimento individuale.
Altri strumenti collettivi, dispositivi hardware (fissi e mobili) e strumenti web 2.0 (cloud, repository, ambienti elearning)
e ambienti di comunicazione on-line, potranno agevolare la condivisione del lavoro e la circolazione
delle idee.
In questo innovativo approccio didattico è fondamentale la centralità dello studente chiamato ad una
partecipazione attiva e consapevole nella costruzione del proprio percorso formativo, non senza la guida del
docente.
Le tecnologie cognitive coadiuvano i docenti nel processo di inclusione di bambini con Bisogni Educativi Speciali
(siano essi di lingua italiana o non italofoni) e nella valorizzazione delle eccellenze attraverso la
personalizzazione delle attività da svolgere sia in forma individuale che collettiva e collaborativa.
Il modulo “Aule Primaria E. Fruch” prevede di fornire a 4 classi Monitor interattivi di ultima generazione per l’attività
di classe.
Il Modulo “E. Fruch Primaria Mobile” prevede il potenziamento tecnologico con dispositivi mobili e leggeri. Il
laboratorio mobile potrà essere utilizzato da tutte le classi appoggiandosi ai dispositivi fissi (LIM e Videoproiettori)
già in essere presso la scuola.
Il modulo del progetto “La Nostra Famiglia” attuato nella Scuola Primaria con Particolari Finalità si propone di
fornire ai bambini con disabilità psicofisiche e sensoriali dispositivi adeguati di ultima generazione per svolgere
attività didattiche supportate dalla tecnologia. Il Laboratorio mobile potrà essere utilizzato da tutte le classi della
scuola.

Obiettivi specifici e risultati attesi

Comprendere l’uso degli strumenti e ambienti web 2.0 e loro potenzialità didattiche
Formare gli studenti all’utilizzo corretto e consapevole della Rete internet nell’attività di studio individuale
e cooperativo
Avviare forme di “apprendimento per ricerca” in gruppo e individuali, al fine di utilizzare gradualmente le
metodologie di lavoro proprie della “flipped classroom”
Sviluppare competenze digitali per la collaborazione in Rete utilizzando anche strumenti di
comunicazione sincrona e asincrona.
Consentire l’accesso rapido alle risorse didattiche messe a disposizione dal docente
Utilizzare i dispositivi per la discussione e il confronto sui lavori svolti in classe e nel lavoro individuale a
casa
Sfruttare le potenzialità della rete per avviare attività collaborative e di condivisione con altre realtà
scolastiche.
Creare un ambiente tecnologico che miri all’inclusione
Utilizzare strumenti tecnologici compensativi e dispensativi
Avviare percorsi personalizzati per alunni con Bisogni Educativi Speciali
Incentivare la ricerca e lo studio individuale per alunni con particolari attitudini e interessi
Potenziare e valorizzare le eccellenze
Utilizzare dispositivi e software specifici per lo sviluppo di funzioni cognitive di base e che consentano la
reiterazione dei concetti in apprendimento
Utilizzare dispositivi e software specifici per le disabilità motorie e sensoriali
Utilizzare software peculiari per la Comunicazione Aumentativa Alternativa al fine dell’integrazione
sociale.

La tecnologia integrata e la connessione a internet crea la possibilità di superare i confini spazio temporali
della scuola, rimanendo interconnessi sia oltre il tempo scuola che al di fuori della propria aula.
Il lavoro da svolgere a scuola può comunque avere la supervisione del docente in tempo reale, così come i
lavori di gruppo fra pari possono essere svolti a distanza. L’utilizzo di dispositivi digitali integrati facilita la
condivisione in tempo reale e la discussione dei contenuti appresi, sostituendo così la lezione frontale.
Il progetto prevede la costruzione e l’uso di contenuti digitali multicanali e multimediali messi a disposizione in
internet o creati dai docenti. Gli strumenti per il rinnovamento didattico-metodologico dei docenti saranno i più
recenti software applicativi che permettono la creazione di contenuti originali e materiale didattico digitale con
la possibilità di essere plasmato, modificato e riorganizzato.
Il computer, i dispositivi fissi/mobili e il software dedicato consentiranno proposte didattiche quali: “classe in
ambiente virtuale”, flipped classroom, “learning by doing”, co-costruzione di libri e riviste digitali (e-book e
webzine),inquiry learning.

Le tecnologie cognitive e didattiche, intese anche come tecnologie assistive, possono adattarsi ai diversi stili
di apprendimento e alle diverse esigenze tenendo in considerazione i seguenti aspetti: da una parte le
tipologie di disabilità (cognitive, motorie, sensoriali o plurime); dall’altra i dispositivi con la possibilità di
modificare la risoluzione delle immagini e la grandezza del testo, utilizzare uno screen reader, personalizzare
l’interfaccia e i contenuti, graduare la difficoltà. Attraverso le tecnologie è altresì possibile l’individualizzazione
dei tempi e della velocità nell’esecuzione delle esercitazioni e la personalizzazione dei feedback.

I progetti inseriti nel POF coerenti con il presente Progetto sono i seguenti:
P 304 – PROGETTO MULTIMEDIALITA’ E DIDATTICA
P 303 – INCLUSIONE ALUNNI BES (ADA – DSA – ADHD – ALTRI BES)
P 303 – PROGETTO “ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE” DEGLI ALUNNI NON ITALOFONI E DI ETNIA ROM
(COMMISIONE INTERCULTURA)

 

 

0.Lettera autorizzazione_UDIC856004_3_7917_33_1

1.DECRETO ASSUNZIONE IN BILANCIO FIRMATO

2.DETERMINA A CONTRARRE PON2 2017

3.DETERMINA RUP IC PDP

4.INFORMAZIONE E PUBBLICAZIONE PON IC PASIAN DI PRATO

5.DETTAGLIO_CUP_F84D15000000007

6.DETERMINA DIRIGENZIALE DI ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA BANDO PROT 7262 C14

7.DETERMINA A CONTRARRE PON2 2018

8.AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA PON AMBIENTI DIGITALI

9.AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA

10.DECRETO DI NOMINA COLLAUDATORE

11. stipula_RDO_t1917449_l1_p4545048

12.ACCETTAZIONE PROROGA AL 31052018 

13. DETERMINA TARGHE PON